VERBI VEnice Research BIbliography

Risorse di VERBI

Serandrei Barbero, R., Albani, A., Donnici, S., & Rizzetto, F. (2005). Foraminifera as proxy record of marginal environments: The age of the sediments of the venice lagoon. Scientific Research and Safeguarding of Venice, Corila Research Program 2003 Results, III, 145–156. 
Added by: Dott. Alessandro Meggiato (28/05/2014 16:19:38)   Last edited by: Dott. Alessandro Meggiato (25/06/2014 16:57:54)
Tipo di Risorsa: Articolo di Rivista
Chiave di citazione BibTeX: SerandreiBarbero2005
Invia la risorsa per email ad un amico
View all bibliographic details
Categorie: General
Keywords: extend abstract corila, geologia, morfologia, processi ambientali - Environmental Processes
Creatori: Albani, Donnici, Rizzetto, Serandrei Barbero
Collezione: Scientific Research and Safeguarding of Venice, Corila Research Program 2003 Results
Visualizzazioni: 2/176
Indice di Visite: 23%
Indice di Downloads: 24%
Indice di Popolarità: 23.75%
Allegati     [0/48]
Abstract     
Negli ambienti marginali l’associazione a foraminiferi bentonici è in grado di evidenziare, attraverso la distribuzione areale dei biotopi, le aree sottoposte a diverso regime chimico-fisico. Nelle sequenze sedimentarie, i diversi regimi chimico-fisici succedutisi nel tempo sono evidenziati da transizioni ecologiche nella comunità a foraminiferi bentonici. L’esame quantitativo del contenuto di foraminiferi bentonici in 89 campioni provenienti da 26 carote profonde circa 1 m eseguite nella Laguna di Venezia, ha permesso di evidenziare le transizioni ecologiche presenti nelle successioni sedimentarie. L’analisi statistica, sviluppata sui dati quantitativi relativi al contenuto percentuale dei vari taxa nei diversi campioni, ha riconosciuto la presenza di cinque diversi biotopi indicativi di morfologie pregresse. Le 57 analisi radiometriche ottenute dal materiale organogeno presente nei sedimenti hanno fornito le età convenzionali BP dei principali eventi riconosciuti: il litorale identificato a 90 cm di profondità, è stato per la prima volta datato ed ha fornito un’età pari a 3180 anni BP; le barene sepolte hanno fornito età diverse, comprese tra 820 e 1887 anni BP; nei sondaggi effettuati nella laguna interna, che hanno raggiunto il substrato continentale, l’ingressione lagunare risulta essersi verificata in epoca storica o protostorica, avendo fornito età comprese tra 820 e 2403 anni BP; l’età lagunare più antica (3437 anni BP) è stata ottenuta su gusci di organismi lagunari presenti a 90 cm di profondità nel sondaggio 2, interamente compreso entro depositi lagunari. L’età dei depositi è legata alla loro profondità dal tasso di accumulo il cui valore medio, comprensivo di subsidenza ed eustatismo, negli ultimi 2500 anni risulta pari a 0,5 mm/anno. Risultati diversi si ottengono considerando due diverse fasce di età: tra circa 2500 e 1500 anni BP il tasso di accumulo risulta di 1 mm/anno; tra 1500 anni BP e il presente il tasso di accumulo risulta di 0,4 mm/anno.

Benthic foraminiferal assemblages, based on the distribution of biotopes, can delineate areas of different chemical and physical conditions and, in the sedimentary sequences, changes in environmental conditions are reflected in the ecological transitions of the benthic foraminifera. From 89 samples, obtained from 26 cores about 1 metre long, the quantitative analyses of the foraminiferal assemblages have recognized a number of ecological transitions in the sedimentary sequences of the Lagoon of Venice. The statistical analysis based on the percentage of each foraminiferal species present in each sample has recognised five different biotopes indicative of older lagoonal morphologies. In addition, 57 radiometric determinations on organic material present in the sediments have yielded the conventional BP ages of the major events. The littoral deposits, identified at a depth of 90 cm, were dated for the first time, giving an age of 3180 years BP, while the various buried saltmarshes have given different ages ranging from 820 to 1887 yBP. In the inner portion of the Lagoon the cores, reaching the continental deposits, indicate that the earliest lagoonal deposits are from historic or protohistoric times with ages from 820 to 2403 yBP. The oldest age (3437 yBP) was obtained using shell of lagoonal organisms found at 90 cm of depth at location 2, entirely within the lagoonal deposits. The age of the sediments and their depth are related to the rate of deposition whose average value, comprehensive of subsidence and eustatism, appears to be for the last 2500 years about 0.5 mm/year. However if different time intervals are considered such depositional rates vary from 1mm/year, for the period between 2500 and 1500 yBP, and 0.4 mm/year from 1500 yBP to the present.


Added by: Dott. Alessandro Meggiato  
wikindx 4.2.2 ©2014 | Risorse totali: 298 | Database queries: 60 | Esecuzione Script: 0.27984 secs | Stile: American Psychological Association (APA) | Bibliografia: VERBI Bibliografia Principale