VERBI VEnice Research BIbliography

Risorse di VERBI

Nesto, N., Romano, S., Campesan, G., Cassin, D., Moschino, V., Mauri, M., & Da Ros, L. (2007). Micropollutant effects in estuarine organisms (mussels, polychaetes and fish) in the lagoon of venice, italy. Scientific Research and Safeguarding of Venice, Corila Research Program 2005 Results, V, 157–168. 
Added by: Dott. Alessandro Meggiato (28/05/2014 16:19:47)
Tipo di Risorsa: Articolo di Rivista
Chiave di citazione BibTeX: Nesto2007
Invia la risorsa per email ad un amico
View all bibliographic details
Categorie: General
Keywords: biologia, extend abstract corila, inquinamento, processi ambientali - Environmental Processes
Creatori: Campesan, Cassin, Da Ros, Mauri, Moschino, Nesto, Romano
Collezione: Scientific Research and Safeguarding of Venice, Corila Research Program 2005 Results
Visualizzazioni: 2/191
Indice di Visite: 25%
Indice di Downloads: 25%
Indice di Popolarità: 25%
Allegati     [0/51]
Abstract     
Lo scopo di questo lavoro è valutare il bioaccumulo e gli effetti di alcuni microinquinanti inorganici (Cd, Cr, Cu, Fe, Mn, Pb e Zn) ed organici (Idrocarburi Policiclici Aromatici, IPA) sulle risposte biologiche di organismi appartenenti al benthos quali mitili (Mytilus galloprovincialis), policheti (Hediste diversicolor, Perinereis cultrifera) e pesci (Zosterisessor ophiocephalus).
Esemplari di ciascuna specie sono stati raccolti stagionalmente in due aree lagunari caratterizzate da un diverso impatto antropico: S. Giuliano, prevalentemente influenzata dalla vicina area industriale e Sacca Sessola,
situata nelle immediate vicinanze del Centro storico. Negli organismi è stato determinato il contenuto di metalli (Cd, Cr, Cu, Fe, Mn, Pb e Zn) e IPA, e sono stati inoltre valutati alcuni biomarker biochimici, istochimici e fisiologici per valutare sia l’esposizione ambientale a xenobiotici sia i loro effetti: malondialdeide (MDA) e metallotioneine (MT); attività dell’enzima etossiresorufina D-dietilasi (EROD), metaboliti fluorescenti della bile e indici somatici solo nei pesci; latenza dell’enzima N-acetil-ß esosaminidasi, contenuto di lipofuscine e lipidi neutri e sopravvivenza in aria solo nei molluschi.
Per quanto riguarda le variazioni stagionali dei metalli, nei mitili e in H. diversicolor è stato evidenziato un generale abbassamento delle concentrazioni in estate, in accordo con i trend di MDA e MT. Gli IPA sono risultati generalmente più elevati in estate nei policheti e in primavera nei pesci, meno variabili nei mitili.
Il bioaccumulo dei metalli raggiunge livelli simili nelle due aree, sia relativamente ai mitili (solo Pb e Cd si accumulano maggiormente negli organismi di S. Giuliano), che nel polichete P.cultrifera e nei pesci. Il contenuto di IPA è risultato generalmente superiore negli organismi di S. Giuliano, soprattutto durante i periodi riproduttivi. Anche le risposte biologiche sono simili nei mitili di entrambi i siti; per il polichete P.cultrifera e per Z. ophiocephalus è stata invece rilevata una maggior induzione dei biomarker di esposizione negli organismi di S. Giuliano.
H. diversicolor, specie rinvenuta solo a S. Giuliano, ha mostrato in generale una maggior capacità di bioaccumulo di metalli e livelli più elevati di MDA rispetto a P. cultrifera campionata nella stessa area.
L’analisi multivariata, applicata ai dati chimici e biologici per ciascun taxa, ha messo in evidenza che i campioni di mitili analizzati sono discriminabili in base al fattore stagione, mentre i policheti sono raggruppabili in base al sito di campionamento. Entrambi i fattori, stagione e sito, sono invece risultati importanti per i pesci.

This study aims to evaluate the effects of inorganic and organic micropollutants on the biological responses of mussels (Mytilus galloprovincialis), polychaetes (Hediste diversicolor and Perinereis cultrifera) and fish (Zosterisessor ophiocephalus).
Metals (Cd, Cr, Cu, Fe, Mn, Pb e Zn) and PAH bioaccumulation and various biomarkers (malondialdehyde MDA and metallothioneins MT; Ethoxyresorufin D-deethilase activity EROD, fluorescent bile metabolites and somatic indices in fish only; latency of N-acetyl-ß hesosaminidase, lipofuscin, neutral lipids and survival in air in mussels only) were evaluated in organisms seasonally collected from two different impacted areas: S. Giuliano and Sacca Sessola.
Referring to the seasonal variations, the metal content showed a general summer decrease in mussels and in the polychaete H. diversicolor, in agreement with the trends of MDA and MT. PAHs were generally higher in
summer in polychaetes, and in spring in fish.
Intraspecific comparisons indicated similar metal bioaccumulation levels in the organisms from both areas, S. Giuliano mussels showing higher Pb and Cd concentrations. PAHs contents were generally higher in the organisms from S. Giuliano, in particular during the reproductive period. Additionally, the results of the biomarkers showed a similar biological response in the mussels of the two sites, and higher induction of exposure biomarkers in the polychaete P. cultrifera and in Z. ophiocephalus from S. Giuliano.
The species H. diversicolor, found in S. Giuliano only, showed generally bioaccumulation capability and MDA levels higher than P. cultrifera from the same area.
The multivariate analysis, performed on chemical and biological data, showed how the seasonality is the main factor discriminating the mussels samples, the sampling site resulted the main discriminating factor for the polychaetes, whereas both factors are important in fish.


Added by: Dott. Alessandro Meggiato  
wikindx 4.2.2 ©2014 | Risorse totali: 298 | Database queries: 63 | Esecuzione Script: 0.30982 secs | Stile: American Psychological Association (APA) | Bibliografia: VERBI Bibliografia Principale